B&B da Pina - CABRAS (OR) - TEL. +39 0783 391205

Le spiagge della zona di Cabras

Le spiagge della zona di Cabras
San Giovanni di Sinis
Diving, snorkeling e surf, sono solo alcune delle attività che si possono fare nella spiaggia di San Giovanni di Sinis ma anche trekking, lunghe passeggiate a piedi o in mountain bike e tanto relax immersi in una zona che offre oltre allo sport, diversi punti di ristoro e comode possibilità di parcheggio per auto, bus e camper. Intorno, una splendida vegetazione incorniciata da dune e scogli.

Un tempo era famosa per le caratteristiche baracche dei pescatori costruite in legno e giunco, oggi è meta di numerosi appassionati, che oltre al mare e al sole, desiderano visitarne i dintorni. All’ingresso del villaggio omonimo si possono ammirare la chiesa paleocristiana di San Giovanni, tra le più antiche della Sardegna, le rovine fenicio-puniche di Tharros e quelle della torre spagnola di San Giovanni.
Is Arutas
Una spiaggia composta da piccoli granelli di quarzo dai colori cangianti, dal verde chiaro al bianco e al rosa, perfettamente arrotondati dall’erosione del mare. Is Arutas, è situata nel comune di Cabras, famosa anche per i suoi venti, che la rendono meta privilegiata per gli amanti del surf, anche d’inverno.
Da qualche anno l’ingresso alla spiaggia è vietato ai fumatori, che rischiano sanzioni di 360 euro se colti in fragrante e sempre nella stessa spiaggia e in quelle del circondario costituite di granelli di quarzo e conchiglie, è vietato portare via la caratteristica sabbia, pena sino a 100 euro di multa.
La spiaggia di Is Arutas offre alcuni servizi come parcheggi, qualche chiosco-bar e un campeggio.
Maimoni
Maimoni come Is Arutas è caratterizzata da granellini di quarzo ma è più adatta ai più piccoli, visto che i suoi fondali, diversamente da Is Arutas che è subito profonda, diventano gradualmente più profondi man mano che ci si allontana dalla riva. In prossimità della spiaggia si trova il noto villaggio di San Salvatore. Grazie ai suoi venti, anche Maimoni, è meta degli amanti del surf. La spiaggia è dotata di ampi parcheggi e bar.
Mari Ermi
Mari Ermi è la spiaggia ideale per il surf ed il windsurf, ma anche per i bambini, grazie al suo fondale poco profondo che degrada lentamente. Composta da una sabbia di quarzo bianco brillante è una delle spiagge più amate dai turisti.
Racchiusa tra le alte dune, si estende tra il mare e lo stagno di Mari Ermi.
Ha un ampia possibilità di parcheggio, punti di ristoro e un campeggio.
Isola di Mal di Ventre
L’isola di Mal di Ventre è un paradiso ambientale di incontaminata bellezza, è ricoperta da una bassa macchia mediterranea, fatta di cisto, lentisco, rosmarino e tamerici, popolata unicamente da tartarughe, lepri, e numerosi tipi di uccelli che vi nidificano, caratterizzata dall’eccezionalità dei valori naturalistici che la caratterizzano è entrata a far parte dell’Area marina protetta del Sinis.
Le uniche testimonianze di presenza umana sull’isola sono individuabili dalla presenza dei resti di un nuraghe, presso Cala del Nuraghe, e di alcuni muretti a secco delle capanne usate dai pastori durante l’inverno per custodirvi le greggi, a Cala dei Pescatori. Mentre a Cala del Relitto, a meno di un miglio dalla spiaggia, si trova il relitto di una piccola nave da cargo del dopoguerra, oggi, visitabile da chi pratica immersioni.
L’isola è visitabile grazie ai numerosi operatori della zona che organizzano nel periodo estivo escursioni giornaliere.
Le imbarcazioni partono dai centri di Mandriola, Putzu Idu, e dal porticciolo turistico di Torregrande.
Torregrande
La Marina di Torregrande è una frazione del Comune di Oristano nota per il suo lungo mare e la sua vita notturna, offre sia di giorno che di notte quasi tutti i servizi turistici necessari ad una località di mare ben organizzata senza la necessità di spostarsi prendendo la macchina.
Diversi divertimenti come ristopub, pizzerie discoteche, negozi di souvenirs, bancomat, supermarket, campeggi, hotel, trattorie tradizionali, locali di lusso e una guardia medica, sono concentrati tra la via centrale della frazione e il lungo mare.
Il monumento simbolo da cui il luogo prende anche il nome è la grande torre spagnola che troneggia al centro dell’agglomerato abitato, costruita per la difesa dell’approdo al Golfo di Oristano.
La spiaggia di Torregrande costituita da sabbia arenosa (quasi tre chilometri), nel 2013 è stata premiata con la bandiera blu ed è tra le più frequentate nella Provincia di Oristano. Questo, grazie agli efficienti mezzi pubblici che collegano la città di Oristano e Cabras con la Marina di Torregrande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.